I PORTALI 999, LE PAROLE E LA VIBRAZIONE.

veliero1

Le parole… Attraverso le parole esprimiamo un sentimento, un’emozione, esprimiamo una vibrazione. A noi sta scegliere quale vibrazione esprimere affinché chi legge o ascolta ne colga l’essenza, il colore.

Le parole sono importanti perché sono un forte trasmettitore di ciò che abbiamo dentro.

Le parole sono importanti, per chi le pronuncia e scrive e per chi le ascolta o le legge. Da una piccola frase si possono creare grandi vibrazioni che a loro volta avvolgono il nostro prossimo. Per questo quando si decide di utilizzarle dovremmo sceglierle con cura. Con le parole raccontiamo ciò che siamo, pensiamo, sentiamo, crediamo….se con le parole intendiamo esprimere pareri differenti da altri è sempre bene cercare di non sminuire, denigrare, giudicare, disprezzare, criticare.

Ognuno ha un proprio sentire, pensare, credere, percepire.

Tutto questo per dire che in questi giorni ho letto pareri discordanti inerenti ai Portali 999. Pareri anche piuttosto accesi. Premetto che personalmente non mi soffermo mai sul concetto espresso, ho l’abitudine di parlare con tutto, che si tratti di un tavolo, una macchina, una pianta, una casa, un ambiente, un colore, una vibrazione, una parola, un insieme delle stesse.

Cerco il punto in cui ampliare la prospettiva senza fermarmi al primo impatto e chiedo cosa davvero trasmetta, di che colore è, come si sente, cosa percepisce, cosa davvero vuole raccontarmi di se. Cerco sempre di andare oltre mantenendo un atteggiamento aperto.

Ora, comprendo che ognuno di noi è una sfumatura, tra queste ce ne sono alcune in sintonia e altre meno, ma in quanto sfumature tutti siamo perfetti così… Altrimenti sai che noia!… Però le sfumature dovrebbero poter vibrare tra loro armoniosamente, mai sbattere una contro l’altra cercando di far prevalere la propria.

Questo per dire che rispetto ogni punto di vista, davvero, comprendo che i pensieri e le opinioni possono divergere, ma attraverso l’uso delle parole possiamo scegliere vibrazioni costruttive e quindi esprimere pareri diversi senza necessariamente utilizzare termini che vanno a screditare o disprezzare l’altrui parere, l’altrui sentire.

Il fatto è che siamo tutti sulla stessa barca, siamo tutti qua, possiamo decidere di definirci come vogliamo, ma i fattori non cambiano, siamo tutti qua e da qua bisogna lavorare per trovare l’equilibrio armonioso delle cose per creare situazioni, pensieri, emozioni, vibrazioni e infine azioni costruttive.

Ne ho parlato dei Portali 999, ne parlerò ancora in questi giorni, per me ci sono, per me sono un forte momento che tutti stiamo attraversando. Non ultimo, ma non sono preparata in materia per cui non approfondisco, anche a livello astrologico, argomento per cui nutro profondo rispetto e ammirazione per chi l’astrologia la conosce davvero, pare che effettivamente i transiti vari indichino che siamo in un momento particolare e unico che porta grandi cambiamenti e grandi cose in arrivo per tutti noi.

Ho letto di chi parla di calendario gregoriano asserendo che il tempo non esiste, certo, grande verità, vero è anche che siamo sempre qua e che scandiamo i giorni attraverso di esso. Ciò non toglie che, calendario o no, qualcosa sta succedendo, qualcosa che sfugge dal controllo e che ci porta verso fattori e situazioni nuove.

Dunque per quanto sia vero che oggi è l’11 settembre 2016 e che magari in altre parti del mondo siano nel 2700, la vibrazione energetica di questo momento non cambia, in questo contesto c’è chi come me ascolta anche la numerazione del calendario che guarda caso combacia perfettamente con altri fattori che convergono tutti nella stessa direzione:

FINE DEL VECCHIO E INIZIO DEL NUOVO.

Detto questo, le parole sono importanti, impariamo ad utilizzarle in modo sano, senza voler denigrare o sminuire quanto altri sentono perché ripeto, siamo tutti qui, sulla stessa barca e navighiamo tutti nella stessa direzione.

Tutto serve, tutto insegna, tutto è perfetto così com’è, ma cerchiamo di procedere con la pace, la Pace nel Cuore.

Siate Luce!

Stefania Ricceri

Please follow and like us: