OLTRE LA SPIRITUALITÀ, LA NEW AGE, LA SCHIAVITÙ E IL COMPLOTTISMO. L’AUTENTICITÀ DELL’ESSERE

Mi assumo piena e totale responsabilità di ogni parola che leggerete in questo articolo, tutto ciò che ne consegue deriva da un lungo periodo di osservazione e ascolto; lungi da me il dare giudizi, offro spunto di riflessione come sempre raccontando il mio sentire. A chi legge la possibilità di scegliere liberamente.

Questi mesi hanno segnato e ancora segnano il clou della Rivelazione, individuale e collettiva; ormai i giochi sono pressoché fatti e diciamoci la verità, ognuno se l’è smazzata come meglio ha potuto, soprattutto a fronte di quanto sta manifestandosi nel cosiddetto ambiente “social spirituale”… Insomma, ormai ce n’è per tutti i gusti, i vari “guru” della situazione a più non posso cercano di accaparrarsi like e consensi da ogni dove, chi lo fa parlando con la Madonna e Gesù, chi parla di “grande inganno”, chi attraverso modi oltremodo scurrili crede di fare la differenza, chi parla di “verità” aggiustandosi con Photoshop. E poi angeli, demoni, draconiani, rettiliani, raggio blu, verde, rosso e arancio; ci sono quelli del reiki modernizzato che asseriscono di ricevere le istruzioni da entità aliene provenienti da sistemi solari in cui “peace&love” regna sovrano… ma non finisce qui, perché ovviamente ognuno propone il silenzio, la respirazione, la meditazione.. in solitaria o anche attraverso eventi in cui più si è meglio è così finalmente tutti potranno, attraverso tale pratica, entrare di diritto nel Regno dei Cieli. E allora passano appuntamenti atti a sconfiggere le tenebre “perché noi della Luce siamo più forti” così ecco che da un momento all’altro, in men che non si dica, dal cielo scende Dio a salvarci tutti “svegliando” la massa di dormienti che, ovviamente, fino a poco prima non aveva capito niente del senso della vita e dei suoi misteri.
Ohhhh… adesso che siamo tutti a posto io onestamente passo la mano e mi tolgo da questa bolgia di individui che detengono la “verità”.
No perché, beninteso, sembra una corsa sguaiata per poter entrare a far parte di qualcosa, perché nella disperazione individuale, dove le persone avrebbero bisogno di essere sostenute senza necessariamente dire loro come, cosa e dove; il formarsi di questi “gruppi”, alla lunga, potrebbero essere deleteri.
Chi dice che accadranno cose nefaste e moriremo tutti, che il caldo estivo è roba indotta per far sciogliere il genere umano al fine di ridurlo in poltiglia; eh sì, perché i “potenti” ci vogliono malati e disperati per manipolarci meglio mentre le scie chimiche giocano a tris sulle nostre teste… poi arriva l’eclissi del 21 agosto ed ecco che bisogna meditare tutti, anche quelli che non lo hanno mai fatto mannaggia a loro, perché non ci capiscono niente… ma la meditazione collettiva “salverà il mondo e noi poveri mortali”.
Ora, va bene tutto, non c’è problema, davvero, io che ho le visioni e percezioni particolari so che posso risultare un po’ bislacca e fuori dalle righe, ciò tendenzialmente mi metterebbe nella categoria “spiritalnewegalattica”…. eppure no, mi spiace, io da questo guazzabuglio mi tiro fuori perché non mi importano i like, non voglio fondare un gruppo e non cerco seguaci.
Lo dico in tutta onestà, a me tutta questa roba non piace.
Sono una persona come molte, una di quelle che si è persa commettendo errori, anche grandi, di quelle che è caduta di muso facendosi un sacco male e provocandone mio malgrado, una donna che è perennemente alla ricerca dell’armonia e dalla via migliore, che non medita ma ascolta, una di quelle che quando sbaglia non chiede scusa ma si mette in moto per rimediare, una che piange e si prostra in certi momenti e che quando le energie sono pesanti a volte cede per poi, in silenzio e leccandosi le ferite, mettersi in osservazione e ascolto dell’unica cosa che a mio avviso può davvero portare ordine, equilibrio, armonia: L’Ispirazione del Cuore.
Solitaria, silenziosa, riflessiva.
Ebbene dunque, in mezzo tanti “guru” perfetti mi tirò fuori e mi dissocio. Non mi interessa niente di tutto questo. Avrei voluto fare molte cose per poter entrare a diretto contatto con le persone al fine di condividere e creare l’unione di intenti, avrei una lista sostanziosa di progetti e intenzioni per poter mettere in piedi qualcosa di Nuovo, di diverso, solo che fondamentalmente la commercializzazione e la speculazione non mi appartengono, rischiare di essere catalogata “guru” é l’ultimo dei miei desideri e ho compreso che non é ancora il momento per concretizzare ciò che sento dentro possa essere buono e costruttivo. A me piace comunicare, indurre le persone a riflettere, consigliare con garbo e delicatezza, con forza e tempra, ma mai con supponenza e arroganza. Quindi sí, io mi tiro fuori e decido di camminare da sola ascoltando l’Ispirazione del Cuore, null’altro.
Non voglio entrarci in questo mercato rionale dove ognuno cerca di tirare l’acqua al suo mulino denigrando e screditando il suo prossimo, dove l’unione di intenti è andata a farsi benedire, dove si parla di amore tra una parolaccia e un insulto.
No no, non fa per me grazie.
Detto questo, sì, accadranno cose forti, sì, non sarà sempre facile, sì, ci vorrà un grande atto di volontà per fare questo salto epocale e sì, come a suo tempo dissi: resteremo, resterete, resteranno in pochi.
Non asserirò mai che io ce la faccio e altri no, non dirò mai che io sono illuminata e altri no, mi spiace ma per me non funziona così.
Cammino da sola, preferisco.
Continuerò a condividere le visioni, il sentire e le percezioni, ma fuori da questa smodata folla di “guru” perfetti con vite perfette e verità assolute.
Cammino da sola comparendo periodicamente per raccontarvi e ricordarvi, sempre e comunque:

Siate Luce!

Stefania Ricceri

Please follow and like us: