IL RITORNO DELLA SACRALITÀ DEI MAESTRI

La sacralità riprende il suo posto.

Il ritorno dei Maestri

 

Il ritorno della sacralità dei Maestri é inevitabile, dopo gli estremi degli estremi, riconvergendo al centro, ogni cosa ritrova armonia.

Un tempo la figura del Maestro era sacra, rappresentava una guida che accompagnava al ritrovamento, alla scoperta, alla riscoperta.

Maestro:

Persona che in virtù delle cognizioni e delle esperienze acquisite risulta all’altezza di contribuire in tutto o in parte all’altrui preparazione o formazione.

Maestro, che bella parola, trovo abbia in se qualcosa di forte ed espandente. 

Già, ma i Maestri non servono più e adesso ognuno dev’essere maestro di se stesso, si dice in giro.

Eppure, se ben guardiamo, i fatti non sono a favore di questo concetto.

Se ben guardiamo a far da soli abbiamo fatto un sacco di pasticci e alimentato un gran quantitativo di confusione.

Un tempo il Maestro insegnava affinché anche l’allievo un giorno divenisse tale riscoprendo se stesso.

Su questa base poi la situazione è scappata di mano. In tanti hanno concorso alla “cattedra” con varie brame di potere pur essendo senza arte né parte in merito la materia prescelta.

Ne è conseguito, negli aspiranti allievi, un crescente senso di frustrazione prima e diffidenza dopo.

Il ritorno della sacralità dei Maestri è seguire il flusso naturale dell’esistere.

Va bene, ognuno è Maestro di se stesso, eppure, in tutto questo, quante volte ci siamo sentiti smarriti procedendo a tentoni?

Quante volte avremmo voluto qualcuno a cui poter domandare e fare riferimento?

Qualcuno che davvero potesse darci sostegno, guida, ascolto, dritte e rimprovero anche.

La figura del Maestro è Sacra, e non mi riferisco solo al cammino spirituale.

Mi riferisco a tutte le figure possibili esistenti.

Un Maestro determina il tuo grado preparatorio.

Ti guida nella crescita affinché tu possa essere in grado di apprendere e divenire a tua volta Maestro. Superando talvolta il Maestro stesso.

Il Maestro rappresenta il naturale procedere dell’esistere dove la conoscenza viene trasmessa affinché non si perda e cresca.

L’Incontro con il Maestro è trasformante ed espandente

A suo tempo ebbi una Maestra, un incontro particolare il nostro. Riconobbe il mio dono a colpo d’occhio.

Sapeva che già conoscevo i Tarocchi, mi propose però di insegnarmi sapendo che non avevo mai avuto una Maestra in tal senso.

Ebbene, la sua guida cambiò tutto e mi fece entrare ancora più in profondità e in contatto con i Tarocchi.

Ricordo ancora che al principio di quel cammino mi disse che questa esperienza mi avrebbe portato a diventare come e più brava di lei.

Perché ogni Maestro aspira ad una preparazione tale per i suoi allievi. Come e più.

Ad oggi non direi mai di essere più brava di lei, ma come si, perché so che lei è stata una grande Maestra per me.

Il mio compito è portare nel mondo ciò che mi ha insegnato così come sto facendo.

Il ritorno della sacralità dei Maestri 

La presenza del Maestro non è per sempre, dura il tempo necessario alla tua preparazione, alla tua espansione, consapevolezza.

Maestro è colui che apre in te il canale e ti prepara per poi lasciarti andare nel mondo con quella preziosa conoscenza interiore.

Entrando in profondità diventa maestria, va oltre il sapere di superficie.

Il Maestro porta l’allievo a vibrare attraverso la conoscenza, a sentirla nelle viscere, a viverla, respirarla.

Un Maestro, di qualsiasi disciplina, arte o materia, ti tocca dentro e accende qualcosa che è già presente in te. Poi lo alimenta fino al punto in cui impari a nutrirlo e accrescerlo da te autonomamente.

Il ritorno della sacralità dei Maestri nei tempi contemporanei.

In questi tempi trasformanti, spesso distorti, estremi e deliranti stanno tornando i Maestri.

Maestri veri, osservanti, sacri.

Possiamo incontrarli, uomini e donne, li riconosciamo dal loro sguardo che sa di antico e saggio. Profondo e toccante, dirompente ma delicato.

Ognuno di noi ha naturalmente bisogno di un Maestro.

Anche il Maestro stesso ha e ha avuto a sua volta un Maestro.

Questo è l’esistere che riporta in auge il Sacro.

Ne consegue il Sacro insegnamento che riscopre la Sacralità stessa insita in ognuno di noi.

Il continuum che porta gli individui a ritrovarsi smettendo di dividersi.

A condividere piuttosto che prevaricare.

Prendersi per mano piuttosto che fuorviare.

Ognuno è Maestro di se stesso, ma per divenire tale ha naturalmente bisogno a sua volta di un Maestro.

Lo stesso vale per il cammino interiore che, vero, per qualche tempo è stato affollato da pseudo tali, adesso però va a ritrovare il suo posto nel panorama che porta in auge la Sacralizzazione della spiritualità.

Auguro ad ognuno, me compresa, di incontrare il Maestro più opportuno per il proprio procedere in questo momento di grande trasformazione.

Ricordiamo sempre che prima di divenire Maestro vi è un passaggio fondamentale che è quello dell’allievo.

Laddove tu sei Maestro per una cosa sei allievo per un’altra.

Laddove io sono allieva per una cosa sono Maestra per un’altra.

Questa è la vita che si manifesta nel mistero dell’esistere e nel portare avanti la vita stessa.

A tal proposito ti offro la mia maestria con i Tarocchi qualora avessi bisogno di chiarezza per il tuo procedere passato, presente e futuro.

Puoi contattarmi per appuntamenti e informazioni via mail: fiammadivinatarocchi@gmail.com

Oppure possiamo restare in contatto su Facebook.

Con Forza, Coraggio e Fede

Siate Luce!

Stefania Ricceri

Please follow and like us: