DAL 25 AL 31-1 VERSO LA RIVOLUZIONE

La Speranza che è nel mondo promette il futuro.

Dal 25 al 31-1 verso la rivoluzione dell’individuo che prende ad accorgersi di non conoscere la libertà iniziando un viaggio di ricerca verso di essa dal senso di oppressione crescente.

Dal 25 al 31-1 verso la rivoluzione

Questa l’immagine che attraverso i Tarocchi racconta del movimento delle energie che ci stanno accompagnando verso la fine di questo Vibrato 2020.

Bisogna pazientare ancora un poco per l’inizio del Vibrato 2021, la metà di Febbraio.

Per quanto Gennaio, come mese di revisione del vibrato sia lungo sessantadue anni, sta passando, e non ci sta facendo certamente annoiare.

Dipende dal fatto che allo stato attuale delle cose, in modo assolutamente unico e straordinario, vi sono due forti energie che stanno sbattendosi contro producendo una grande carica elettrica.

La prima è data dall’energia del Vibrato 2020 che nella sua revisione ci sta portando a tirare le somme e a raggiungere ulteriori comprensioni.

La seconda è data dal senso di soffocamento che porta chiusura e restrizione, un’energia che spreme forte per portarci ad accorgerci.

Il risultato di questo processo sarà giungere all’essenziale cosciente dell’Uomo Divino.

Ovvero colui che, nell’integrare la propria umanità, comprende la propria parte divina dando, come naturale conseguenza, Corpo allo Spirito.

Per quanto tutto ciò produca scossoni non indifferenti non per tutti il risultato sarà similare.

Questo perché molti si trovano adesso in una condizione di intorpidimento che li porta ad accettare la qualunque.

Dal 25 al 31-1 verso la rivoluzione.

Il “siamo tutti uno” direi che ormai è un concetto obsoleto che va riformulato.

Non siamo tutti uno proprio per niente e adesso lo possiamo vedere in modo chiaro e lampante in questa guerra tra poveri.

Guerra in cui si sono create delle fazioni che portano gli individui a schierarsi. 

Da un lato i fisimati colti da psicosi, dall’altro gli irresponsabili che accusano tutto per tutto e dall’altro ancora coloro che osservano adoperandosi per mantenere una posizione il più equilibrata possibile.

Va da se che chi è agli estremi vive agli estremi, per la terza fazione si fa come si può, si è pur sempre esseri umani fatti di emozioni e sentimenti che talvolta portano ad inciampare qua e la.

Non importa però, non vi è errore nell’inciampo, non vi è da nessuna parte in verità.

Ognuno la vede come può e come meglio crede per sé. 

Fatto sta, però, che in tutto questo spesso manca il rispetto.

Si tende a voler avere ragione dimentichi del comune denominatore, ovvero vogliamo stare bene, in tutti i sensi.

Ritengo che da qui alla fine di Febbraio molte micce raggiungeranno la dinamite e che fino a quel momento l’atmosfera si farà sempre più tesa.

Dal 25 al 31-1 verso la rivoluzione.

Cosa molto importante sarebbe che, ognuno, quale sia la fazione che occupi, si focalizzasse sul fatto che questo è un percorso obbligato.

Ogni individuo lo vive in base il proprio grado di consapevolezza, grado che non si determina in senso ascendente bensì in senso laterale, ma questa è un’altra storia e non spenderò altre parole in merito.

Ciò su cui ognuno dovrebbe focalizzarsi è che la direzione è Casa.

Non nel senso che moriremo tutti, non siate sempre melodrammatici, bensì nel senso che stiamo andando verso una grande rinascita.

Solo che, come può esserci rinascita senza passare prima da grandi crolli?

Ecco, crolli, cambi repentini, eventi di forte movimento ed impatto, questo è.

Tutto questo è un input che vuole spronare all’accorgersi.

A scegliere di rompere le catene, a scendere dalla ruota.

A ridestarsi anche, considerato l’intorpidimento per molti del momento.

Basta solo un poco di coraggio.

E no, non verrà nessuno a salvarci, toglieamocelo dalla testa.

Nessuno.

Solo noi possiamo salvare noi stessi.

Da dentro, individualmente, intimamente.

Perché se non origina da dentro non origina da nessuna parte.

Poi, nel caso, potremmo tornare a dire che siamo tutti uno, anche se credo che per allora le cose saranno molto diverse.

Non ci sarà più bisogno di dirlo in quanto saranno i fatti, concreti, a dimostrarlo.

Il punto adesso è questo e mi ispiro ad un film che in tantissimi hanno visto.

Il film in questione è “Harry Potter e il calice di fuoco”.

Silente dice ad Harry:

“Momenti bui e difficili ci attendono. Presto dovremo affrontare la scelta tra ciò che è giusto e ciò che è facile”.

E torneremo a guardare le stelle…

A tutti i Cuori impavidi!

Procedo contemplando il mistero che mi avvolge e nel quale respiro il soffio Sacro della vita.

E il viaggio continua…

Se vuoi approfondire con la tua consulenza con i Tarocchi online in video chiamata mi trovi qui.

Possiamo anche restare in contatto su Facebook.

Iscriviti al Gruppo Facebook, ogni domenica, in diretta, dalle ore 21,00, con la possibilità che venga estratto un Arcano per te.

Con Forza, Coraggio e Fede.

Siate Luce!

Stefania Ricceri 

 

Please follow and like us: